ARTIST

Giuseppe Pirozzi

Ho allontanato l’immagine fisica dalla schiavitù della sua praticità per sintonizzare una visione immagine-ricordo, miscelandola, entro emblemi allusivi ed attaccandola in sporadiche parvenze d’azioni

Mediterraneo – XXVII Concorso di Ceramica Contemporanea – Grottaglie

“La Mostra MediTERRAneo ha voluto esserci anche quest’anno, nonostante le gravissime difficoltà...

Ars Virus Est

L’associazione TempoLibero, presieduta da Clorinda Irace, lancia un nuovo grande progetto rivolto...

#DaiUnSegno

L’Accademia Nazionale di San Luca si fa portavoce della comunità degli artisti italiani (pittori,...

Novecento a Napoli

Giuseppe Pirozzi partecipa con due opere scultoree degli anni Cinquanta alla mostra "Novecento a...

Mediterraneo: Keramikos 2020

Inaugurata venerdì 20 dicembre 2019 al Museo Duca di Martina di Napoli, la mostra di scultura...

Il senso del sacro

Clara Garesio partecipa con l'opera "Invisibili amici" alla mostra “Il senso del sacro”, nel...

Giuseppe Pirozzi. Preghiere in terracotta

Sabato 24 febbraio alle ore 18,00 alla Galleria del Carbone di Ferrara s’inaugura la mostra di...

Rudera. Sculture in terracotta 2007-2017

Venerdì 13 ottobre 2017, alle ore 17,00, al Museo Novecento a Napoli e nella chiesa di Sant’Erasmo...

Ceramica: FormaMateriaColore

Tri-personale di scultura ceramica di Clara Garesio, Ellen G. e Giuseppe Pirozzi, a cura di...

Giuseppe Pirozzi opere

sculture

[…] Pirozzi ha proposto un modo di inserire citazioni concretamente descrittive nel contesto dell’immagine, in chiave appunto ulteriore di una presenza tipicamente di memoria.
Sarà da aggiungere che, analogamente, gli accenni ambientali (cornici, riquadri, ecc.) non sono diritti, erosi, estenuati, aspirano al contrario a suggerire appunto un dimensione-ambiente, pur entrando anch’essi naturalmente nel gioco della prospettiva di memoria: vogliono infondo avervi, se non erro, quella stessa possibilità di concretezza referenziale che ora Pirozzi mi sembra aver intravisto appunto anche entro l’immagine umana.

Enrico Crispolti, Giuseppe Pirozzi (estratto), 1967

 

giuseppe pirozzi opere

sculture da indossare

 I gioielli di Pirozzi sono oggetti ideati, immaginati e realizzati come miniatura d’arte, come sculture da indossare. Gli anelli, i bracciali, i colliers, le spille, i fermagli sono tutti esemplari unici, realizzati in argento 925, fuso a cera persa, e incastonano spesso coralli o gemme che rendono ancora più vivi e pulsanti la forma e il disegno che Pirozzi crea con originalità per questi suoi “oggetti” scultorei.

Arcangelo Izzo, 1987

Giuseppe Pirozzi opere

grafica

[…] Le forme si sporgono sullo spazio profondo e attorno ad esse questo spazio stende una limpidezza che illumina, come per contagio, la loro trasparenza interiore e le rende permeabili a tutto un gioco di associazioni e significazioni nuove. E a noi, attraverso questa apertura tutta terrestre, sembra emergere a una nuova luce, a una nuova energia.

Maria Roccasalva, Quella «scintilla d’Inferno» nelle sculture di Pirozzi (estratto), 1983

 

contatti: giuseppepirozziscultore@gmail.com

studio: Palazzo dei Principi Albertini di Cimitile
via Santa Teresa degli Scalzi, 76 – 80135 Napoli